Home / News Balsamiche / Regno Unito e Aceto Balsamico: l’effetto della Brexit

Regno Unito e Aceto Balsamico: l’effetto della Brexit

Covid, Regno Unito e Aceto Balsamico
Questo 2021 è iniziato mano nella mano non solo con il Covid-19, che continua imperterrito la sua diffusione, ma anche con l’uscita ufficiale del Regno Unito dall’Unione Europea, il 1 gennaio 2021. La combinazione di questi due eventi comporta ingenti conseguenze a tutto tondo tra i diversi settori, e quello dell’aceto balsamico non è da meno. 
Maggiori informazioni sull’effetto del Covid le trovi anche qui.

Conseguenze nel settore del Balsamico

Circa la questione Regno Unito e Aceto Balsamico la presidente del Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena IGP, Mariangela Grosoli, afferma: “A soffrire maggiormente della condizione creatasi sono le piccole aziende a livello familiare, che hanno sempre investito per il posizionamento del prodotto sul canale HoReCa, nelle enoteche e nelle botteghe di prelibatezze alimentari e che da questa pandemia hanno subito i danni maggiori, con le prolungate chiusure previste nei DPCM. Non solo in Italia, ma anche all’estero. Uno dei mercati più difficili da recuperare, anche una volta superata l’emergenza pandemia, è il Regno Unito che dall’1 gennaio 2021 è ufficialmente fuori dall’UE”.

L’effetto primario su piccole e medie imprese è l’incapacità di sopravvivere in condizioni così avverse. Inoltre, il cambio di normativa introdotto con l’uscita del Regno Unito grava non solo sui produttori italiani ma anche su importatori britannici. Di fatti, le complicazioni burocratiche implicate con l’importazione rappresentano un ostacolo non indifferente, scoraggiando la domanda di prodotti italiani nel Regno Unito. 
In Inghilterra, il 26% del totale delle importazioni è rappresentato dal settore dell’agroalimentare. Di tale percentuale, il 5% equivale all’esportazioni della produzione di Aceto Balsamico di Modena (horecanews.it).

Il sostegno del Consorzio

In merito a Regno Unito e Aceto Balsamico, il Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena ha deciso di dare un sostegno concreto. Il Direttore Federico Desimoni ha organizzato un Webinar con l’obiettivo di informare i Soci del Consorzio circa i nuovi aspetti da affrontare, sia riguardanti le pratiche doganali che l’etichettatura dei prodotti.

“Stiamo affrontando un grande cambiamento – afferma –. Gli scambi commerciali con la Gran Bretagna torneranno ad essere regolati non dalla normativa comunitaria ma da quella internazionale. I cambiamenti di natura doganale sono già entrati in vigore, anche se fino a luglio il loro “enforcement” non dovrebbe essere particolarmente pressante. Tuttavia, a partire da quel momento, gli operatori dovranno essere completamente aderenti alle disposizioni di diritto internazionale. Altra data importante è quella del 30 settembre 2022, ultimo giorno di applicazione del diritto alimentare europeo, ovvero di tutte quelle normative in materia di etichettatura e sicurezza alimentare. In questo caso, a partire dal mese di ottobre si applicherà anche alla Gran Bretagna il principio generale di diritto internazionale. Questo prevede la necessità, per chi esporta un prodotto, di rispettare le norme in vigore nel Paese di commercializzazione dello stesso. Ci auguriamo che le disposizioni che la Gran Bretagna adotterà in sostituzione a quelle comunitarie attualmente in vigore, anche a livello interno, non presentino sostanziali o rilevanti differenze. In tutti i modi, il Consorzio continuerà ad accompagnare i produttori nel processo di informazione e adozione relativo a tutte le novità legislative e operative”.

Ci auguriamo che la questione tra Regno Unito e Aceto Balsamico giunga a un finale positivo e prosperoso. Un’eccellenza italiana di questo calibro merita di essere presente sulle tavole di tutto il mondo!

Un caro saluto da Modena

Check Also

54° Palio di San Giovanni

54° Palio di San Giovanni ABTM

Anche quest’anno, seppure in ritardo, il 54° Palio di San Giovanni dell’Aceto Balsamico Tradizionale di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *