Home / News Balsamiche / Acetaia Giusti fronteggia il Covid: futuro ottimista

Acetaia Giusti fronteggia il Covid: futuro ottimista

Considerata la più antica Acetaia al mondo (data di nascita 1605), l’Acetaia Giusti fronteggia il Covid. Con un fatturato di 8,5 milioni nel 2019, la famosa e rinomata Acetaia ha incassato nel 2020 8,2 milioni di euro. Nonostante le difficoltà e le avversità portate dalla Pandemia di Covid-19, l’Acetaia Giusti è riuscita a sfruttare il mercato estero, con la Germania al primo posto per export.

L’Aceto Balsamico è da anni tra le eccellenze alimentari TOP del “Made in Italy”. L’Oro Nero di Modena è stato da poco anche inserito nell’accordo Cina-Europa, per il mutuo riconoscimento di 100 prodotti alimentari a indicazione geografica protetta (I.G.P.). L’accordo ha l’obiettivo di portare vantaggi commerciali alle aziende italiane che esportano in Cina a partire dal 2021, garantendo una maggior tutela.
Questo si tratta di un’importante conquista per l’Aceto Balsamico, il quale è molto apprezzato all’estero ed è spesso soggetto ad imitazioni. 

Acetaia Giusti: l’export salva dal Covid

L’importanza dell’export dell’Oro Nero l’Acetaia Giusti lo conosce bene. L’azienda Italiana, infatti, è stata in grado, grazie alle esportazioni, di far fronte alle insidie procurate dal Covid-19. Per dare un’idea concreta… se da un lato l’Acetaia ha visto un calo delle vendite nazionali, soprattutto nel canale retail di fascia alta (gastronomie, enoteche, negozi di specialità), dall’altro ha registrato un +20% fuori dall’Italia nel 2020.
Non ci sono dubbi quindi… l’Acetaia Giusti fronteggia il Covid grazie soprattutto all’aiuto dell’export!

L’Acetaia Giusti realizza circa il 69% del suo fatturato in 60 Paesi esteri. Il mercato particolarmente di successo è rappresentato dalla Germania, in cui Giusti piò contare su una sede a Monaco. A seguire gli Stati Uniti, dove una filiale è stata aperta nel 2019, e la Corea del Sud, dove Giusti è presente con una sede attiva dal 2017.

Un andamento così positivo ed ottimista è stato possibile anche grazie al rinnovamento dell e-shop per i consumatori, avvenuto a Marzo 2020, insieme alle attività di rivendita online, operate da clienti nazionali ed internazionali. 
Nei piani dell’Acetaia per il prossimo futuro ci sono, tra le altre cose, due nuove collezioni di Aceti Balsamici di Modena pregiati e la digitalizzazione di processi aziendali insieme ai lavori per una nuova sede, che verrà completata nel 2022.

Da amanti del Balsamico, e da promotori della sua condivisione nel mondo, non possiamo che essere felici di un traguardo di questo tipo! Ci auguriamo che altre Acetaia possano ottenere risultati simili, rendendo l’Aceto Balsamico un prodotto conosciuto ed utilizzato in un numero ancor maggiore di Paesi!

Un caro saluto da Modena

Check Also

terra di balsamico

“Terra di Balsamico”: obiettivo 22 insegne e Formigine arriva primo

É ufficiale… Formigine di Modena è Terra di Balsamico. Lo troviamo scritto nell’insegna all’entrata della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *