Home / News Balsamiche / L’importanza del Balsamico per l’Italia

L’importanza del Balsamico per l’Italia

Il 18 giugno 2021, il Consorzio dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena e il Consorzio dell’Aceto Balsamico di Modena si sono incontrati con il Senatore Gian Marco Centinaio, Sottosegretario alle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, e con l’Onorevole Benedetta Fiorini, Segretario della Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo della Camera dei Deputati. Interessanti i temi che sono emersi, prima fra tutti l’importanza del Balsamico per l’Italia.

La questione

All’attenzione del Governo, infatti, è stato posto il valore di oltre un miliardo di euro del settore dell’Aceto Balsamico di Modena. Questo impiega migliaia di posti di lavoro e produce un’eccellenza gastronomica made in Italy unica al mondo. A riguardo, il Sottosegretario Centinaio ha affermato “Questi prodotti sono preziosi non solo per Modena, ma per l’intero Paese sia dal punto di vista economico che culturale e reputazionale. Il governo è determinato a difenderli contro ogni tipo di attacco: è una nostra priorità.”

Con queste parole, il Sottosegretario fa riferimento, in particolare, alla delicata situazione della tutela delle denominazioni DOP e IGP da rischi e criticità conseguenti alle vicende Slovene, attualmente al vaglio della Commissione Europea. Per saperne di più poi leggere questo articolo.
“Come sistema Italia ci siamo già opposti alla proposta pervenuta a Bruxelles. Siamo pronti a procedere con un ulteriore atto di opposizione qualora la Commissione dovesse approvare la normativa slovena – Afferma Centinaio – Il ruolo dei Consorzi è fondamentale e questo comparto ne è la dimostrazione concreta. Sono certo che lavorando insieme, come abbiamo sempre fatto, otterremo importanti risultati”.

Una linea decisa e condivisa

Ciò che serve è, dunque, una risposta strategica, istituzionale e politica che sia di prima necessità e decisa. L’importanza del Balsamico per l’Italia è una priorità anche per l’Onorevole Fiorini, che da sempre ha lottato per la tutela dei prodotti Made in Italy. Gli attacchi della concorrenza, così come le imitazioni e le contraffazioni sono ritenuti atteggiamenti da controllare e, laddove possibile, bloccare. “Quando i Consorzi di tutela ci hanno chiesto aiuto – Afferma l’Onorevole – noi siamo sempre stati al loro fianco, e ci siamo oggi più che mai. Non possono esistere scorciatoie per cercare di emulare prodotti frutto di secoli di tradizione tutta italiana. E se l’Europa ha bisogno di una sveglia per ricordarsi di proteggere la nostra unicità, noi gliela continueremo a suonare. E lo faremo a tutti i livelli perché, garantire la qualità delle nostre eccellenze emiliane, significa proteggere la nostra economia, il lavoro di tanti così come il valore della nostra storia; cioè tutto quello che rende unico il nostro Paese”.

Con l’aiuto del Governo, allineato con i principi dei due Consorzi, continuiamo a proteggere il nostro Oro Nero, perché l’importanza del Balsamico per l’Italia è di estremo valore.

Un caro saluto da Modena

Check Also

ADG Digital Weeks c’è l’Aceto Balsamico

ADG Digital Weeks c’è l’Aceto Balsamico

“ADG Digital Weeks” è il progetto formativo di Ambasciatori del Gusto. Obiettivo: valorizzare la filiera …