Home / Aceto Balsamico di Modena / Come si usa in cucina l’Aceto Balsamico

Come si usa in cucina l’Aceto Balsamico

Non tutti sanno come si usa in cucina l’Aceto Balsamico di Modena. Quale è il suo corretto utilizzo? Spesso sbagliando, si pensa che sia un prodotto principalmente adatto a condire le insalate ma in realtà è un condimento in grado di realizzare i più svariati ed incredibili matrimoni culinari.

La sua versatilità ha permesso di conquistare un posto speciale in cucina.
Si abbina con facilità a: carni, formaggi, verdure, pesce e crostacei, risotti, frutta e dolci.

Ma non tutti sanno che…

Per capire come utilizzare meglio il suo potenziale dobbiamo iniziare facendo chiarezza su quali sono gli ingredienti che compongono le due categorie di Balsamici Modenesi (IGP-DOP).  

Aceto Balsamico di Modena IGP.

Balsamico industriale con una produzione  nel 2019 di 100.000.000 l., è il più conosciuto ed esportato in tutto il mondo è composto da: mosto cotto, aceto di vino e max 2% di caramello.

È un prodotto che per le sue caratteristiche può essere utilizzato a crudo come condimento finale del piatto e anche impiegato in padella sulla fiamma durante la cottura del cibo, come un filetto di manzo all’Aceto Balsamico.

Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP. 

Ma è con questo prodotto che raggiungiamo il Top. L’aggettivo Tradizionale identifica il prodotto artigianale, il nostro “oro nero”, frutto di tradizioni centenarie.  Con una produzione, nel 2019, limitata a solo 100.000 bottigliette da 100ml cad., è composto da solo mosto cotto.
Unico ingrediente che nel corso del suo lunghissimo periodo d’invecchiamento (minimo 12 o 25 anni) lentamente si trasforma fino a diventare una pregiata eccellenza gastronomica.

L’uso in cucina è estremamente semplice: va sempre ed esclusivamente utilizzato a crudo come condimento finale del piatto.

Con la sua corretta sciropposità ed il suo gusto unico agrodolce, si abbina divinamente a tutti i cibi esaltandone il gusto e creando dei piatti con sapori unici ed indimenticabili.

La sua versatilità è più che confermata: gustalo come antipasto mettendo qualche goccia sulle scaglie di Parmigiano Reggiano,

Come si usa in cucina l’Aceto Balsamico

versane un filo sui tortelloni di zucca, non ti dimenticare di aggiungerlo sui gamberoni al forno o di gustalo con le fragole e per finire ti consigliamo vivamente di provare il Balsamico Tradizionale sul gelato alla crema. Abbinamenti che vi stupiranno e non vi lasceranno indifferenti. 

Non dimentichiamoci di assaggiarne puro un cucchiaino da caffè a fine pasto, oltre ad assaporare a pieno tutte le sue caratteristiche sarà un ottimo digestivo.

Come si usa in cucina l’Aceto Balsamico

Come potete notare (ma soprattutto vi consigliamo di provare), la sua semplicità di utilizzo ed il risultato che otterrete vi permetteranno di capire perché l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena è considerato una eccellenza alimentare unica al mondo.

Talmente unico che è stato proposto di farlo diventare “Patrimonio immateriale dell’UNESCO”?

Sapere come si usa in cucina l’Aceto Balsamico è importante come scoprire nuove ed interessanti ricette. Vi invitiamo a scoprirle sul nostro blog.

Impara a riconoscere un Aceto Balsamico di qualità:


Un caro saluto da Modena 

Check Also

Aceto Balsamico va conservato in Frigo

Aceto Balsamico va conservato in frigo?

L’Aceto Balsamico va conservato in frigo? Da numerosi anni, l’eccellenza del modenese si trova sulle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *