Home / Aceto Balsamico di Modena / L’Oro Nero fa bene alla salute? Analizziamo l’aceto balsamico

L’Oro Nero fa bene alla salute? Analizziamo l’aceto balsamico

Chiamato “Oro Nero” dagli abitanti di Modena, l’Aceto Balsamico è conosciuto ed utilizzato in tutto il mondo. Il suo aroma inconfondibile lo rende un ingrediente unico e speciale!
Negli ultimi anni sono numerosi gli chef che hanno deciso di esaltare i loro piatti con questa eccellenza gastronomica, creando abbinamenti esplosivi: da un semplice risotto con funghi e salsiccia fino ad arrivare ad accompagnare un trancio di salmone o un arrosto di maiale!
Tuttavia la domanda che viene naturale porsi è: ma questo Oro Nero fa bene alla salute?

Prima di tutto: quali aceti ci sono e cosa li differenzia?

Prima di rispondere alla domanda “l’Oro Nero fa bene alla salute?”, è importante ricordare che il Vero ed Originale Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. (ABTM D.O.P.) deriva da un unico ingrediente: mosto d’uva cotto, messo ad invecchiare in botti di legno per decenni.

A loro volta, le uve sono accuratamente coltivate e selezionate dai produttori, seguendo rigidi disciplinari di produzione. Basti pensare che questi limitano l’area di coltivazione e produzione al solo territorio di Modena e provincia!

Ai D.O.P. si affiancano la seconda grande categoria di aceti balsamici, quelli ad Indicazione Geografica Protetta (gli I.G.P.). Questi aceti, a differenza dei D.O.P., possono essere per legge composti non più da un solo ingrediente bensì da 3: mosto cotto, aceto di vino e caramello (in percentuale massima del 2%).

Aceto balsamico e salute

Facile intuire come ingredienti diversi, negli IGP e nei DOP, implichino benefici alla salute diversi. 
Gli I.G.P., per esempio, a differenza dei D.O.P che contengono solo gli zuccheri naturali derivanti dal mosto d’uva, possono includere anche il caramello. Ciò comporta che un eccessivo uso degli aceti balsamici IGP potrebbe essere sconsigliato per persone che soffrono di diabete.
Inoltre, l’elevata acidità di questo condimento potrebbe rendere l’aceto balsamico non idoneo per le persone che soffrono di gastrite, in quanto, in alcuni casi, questi disturbi potrebbero essere aggravati. 

Proprietà aceto balsamico
Nonostante queste controindicazioni, per le quali il consiglio di un medico o di uno specialista è sempre da tenere in considerazione, l’aceto balsamico è considerato avere un effetto benefico sulla salute. Studi scientifici hanno dimostrato che i polifenoli presenti nell’Oro Nero di Modena, infatti, garantiscono un’alta funzione antisettica e antibatterica nonché una forte capacità di rafforzare il sistema immunitario.

L’Aceto Balsamico inoltre è riconosciuto per essere in grado di rallentare l’invecchiamento cellulare, aumentare il senso di sazietà (riducendo dunque l’attività gastrica) ed è utile per regolarizzare la pressione sanguina.

Dunque, non si tratta solo di un condimento ma di un alleato alimentare!
Per l’uso soggettivo di tale ingrediente è sempre meglio consultare un medico, ma se non soffrite di problemi particolari, quest’eccellenza alimentare non può che farvi sentire meglio! 

Un caro saluto da Modena 

Check Also

Aceto Balsamico di Modena

Aceto Balsamico di Modena lo sai che…?

Tutti ne parlano ma in pochi lo conosco a fondo, l’Aceto Balsamico di Modena è …