Breaking News
Home / News Balsamiche / News ABM IGP / Aceto Balsamico di Modena IGP: decimo anniversario!

Aceto Balsamico di Modena IGP: decimo anniversario!

Il 3 luglio l’Aceto Balsamico di Modena IGP ha celebrato il decimo anniversario della sua registrazione come Indicazione Geografica Protetta a livello europeo. La registrazione è avvenuta, infatti, il 3 luglio 2009.

L’evento si è svolto a Palazzo Molza, la sede della Camera di commercio di Modena. Mariangela Grosoli, presidente del Consorzio per la protezione dell’Aceto Balsamico di Modena IGP ha aperto la serata insieme ai numerosi ospiti istituzionali. Tra questi il ​​presidente della Provincia di Modena Gian Domenico Tomei, l’assessore comunale per le città intelligenti, le politiche economiche, il turismo e la promozione Ludovica Carla Ferrari, il presidente della Camera di commercio Giuseppe Molinari, il direttore dell’ICQRF di Modena Gianluca Giuli e il capo Amministratore delegato e direttore generale Piero Bonato.

I rappresentanti delle istituzioni coinvolte nel processo di registrazione hanno sottolineato l’importanza di questo risultato per il territorio, la tradizione e la cultura di Modena. In particolare Enrico Corsini, presidente del Consorzio per la protezione dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, ha sottolineato come il riconoscimento dell’IGP abbia avuto effetti positivi sull’intero settore degli aceti Balsamici di Modena.

L’Aceto Balsamico è un elemento di fondamentale importanza per la rete sociale, culturale ed economica di Modena e dell’Emilia Romagna. Costituisce un patrimonio creato, protetto e valorizzato da imprenditori che possono sempre contare sul supporto istituzionale soprattutto per quanto riguarda la promozione e la valorizzazione. Oggi più che mai sono supportati nelle loro battaglie legali dal Ministero e dal governo.

“Dieci anni di protezione. Tre secoli di storia. “Questo è il pay off scelto dal Consorzio dell’Aceto Balsamico per il decimo anniversario della sua registrazione. Questo è anche il titolo della conferenza presentata il 3 luglio. La conferenza è consistita in una riflessione sul processo storico che ha portato alla nascita di questo prodotto. Ha sottolineato l’importanza socioculturale e economica dell’Aceto Balsamico di Modena. La prima parte è stata dedicata alla storia e alla tradizione degli aceti balsamici. Quindi la seconda parte ha esplorato le nuove frontiere della comunicazione.

Decimo anniversario, dieci anni di lavoro e molto altro ancora da fare, grazie all’incessante lavoro del Consorzio che ha iniziato ufficialmente le sue attività nel 1993. Tuttavia, è dopo il 2009 che il suo lavoro si è fortemente intensificato. Numerose le attività degli ultimi due anni: tra queste ci sono alcune ordinanze-ingiunzioni dell’ufficio sanzioni dell’ICQRF, due sentenze del tribunale di Bologna, una sentenza della corte d’appello di Bologna e un contenzioso avviato dalla Germania e ora in fase di decisione presso la Corte di giustizia europea.

Molte energie sono state dedicate anche alla comunicazione, alla promozione e alla valorizzazione del prodotto: infatti, il Consorzio ha realizzato numerosi progetti sia a livello nazionale che internazionale. Molti di loro hanno ottenuto finanziamenti pubblici e hanno permesso di sviluppare importanti iniziative in mercati importanti al di fuori dell’Europa, come gli Stati Uniti. Quest’ultimo progetto, rivolto al mercato americano, è iniziato nel 2017 e terminerà nel 2020. Tuttavia è già stato richiesto un rinnovo per un ulteriore triennio.

Siamo al decimo anniversario… . ma come dicono, il meglio deve ancora venire!

Check Also

Palio di San Giovanni

Palio di San Giovanni 2020 è rinviato.

Il Palio di San Giovanni 2020 tradizionale gara che premia il miglior Aceto Balsamico Tradizionale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *